sabato 21 giugno 2008

The Teenagers @ Lee Rocks (Pitti Immagine)

Lo scorso mercoledì siamo stati ad un party organizzato dalla Lee Jeans, LEE ROCKS. Alle sette, aperitivo da Gerard Loft e un concerto (uno dei pochi decenti che si possono trovare nella nostra amabile città, finalmente) all'ex-cinema Gambrinus. Sono stati eliminati le poltroncine per lasciare spazio ad un enorme pavimento moquettato, e dal proiettore usato una volta per pellicole (anche d'autore, perché no) uscivano invece filmati psichedelici.



La batterista dei Teenagers (campionessa di stile, dobbiamo dire):



Dei fantastici ragazzi stranieri che continuavano a guardarsi intorno spaesati chiacchierando con la band:



I Teenagers, che sembravano divertirsi molto (?):



Dopo la salvia fritta, il succo di mirtillo, la birra ghiacciata, i semi di zucca affumicati ed il party da Jules & Jim, ci siamo diretti verso il teatro Gambrinus.
L'organizzazione era orribile, siamo stati fuori seduti in terra ad aspettare un'ora e dieci in più del previsto (mentre ci godevamo lo spettacolo di qualche gruppo di indiegrrrlz super in tiro - e ancora mi chiedo come sia possibile andare ad un concerto vestita così, ma certi errori si fanno tutti -, di qualche modello decisamente di bella presenza di Pitti e dei classici cinquantenni - uomini in jeans Replay e camicina a righe celesti, donne in tubino scuro e tacchi dodici - che con la serata non c'entravano nemmeno a pagare e riuscivano a entrare subito conoscendo i tipi della security).



Prima dei Teenagers (che facevano un po' i tira, dobbiamo dirlo) ci hanno deliziato le orecchie due band italiane: Radio Days and The Tunas.

I Tunas sono una band psichedelica di Bologna (anche se incomprensibilmente il cantante ha un enorme sticker della Sardegna sulla chitarra), hanno pubblicato un album, un EP e sono stati inclusi in una compilation: The Tunas Au Go-Go (2006), I Want You Dead 7" (primo 2006), Sick Of Being Sick Compilation (2007). Hanno una ballerina allucinante (probabilmente sotto MD, ma molto molto coinvolgente) sul palco.





I Radio Days sono una band powerpop (ma non era il genere inventato dai Finley? E suonano a Lee Rocks?!) di Milano, hanno pubblicato due album e un EP: Radio Days (2006), Midnight Cemetery (2008) e Radio Days/The Hotlines Split 7".





Finalmente i Teenagers si sono decisi a salire sul palco, e la folla è impazzita (o almeno così ci piace pensare - il popolo fiorentino non sembra apprezzare in maniera particolare questa benedettissima nu rave odierna).






So, thank you Lee Rocks.



F.

3 commenti:

hfb ha detto...

linked. complimenti per l'idea!

STYLE AND THE CITY - PARIS ha detto...

hI FROM PARIS

I WISH YOU THE SUCCESS YOU DESERVE FOR YOUR NEW BLOG


WELL DONE

KAMEL
STYLE AND THE CITY - PARIS

Anonimo ha detto...

I Finley hanno inventato l'HARD POP al limite, il power pop è ben altra cosa. Prova a controllare sotto la voce "anni '70" e vedrai che anche i Tunas NON sono un gruppo 'psichedelico'.